Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
SCIFOPSI Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia

Articoli 2013

 

C. Dell'Olio, M. R. De Maria, U. Giardina, G. Matteo, P. Meringolo (2013). La "vergogna di essere esclusi". Ricerca e intervento sugli aspetti psicologici della disoccupazione. COUNSELING, vol. 6 (1), pp. 41-60, ISSN:1974-1014.

 

Il contributo affronta l'impatto della crisi socioeconomica sul senso di vulnerabilità e l'autostima dei disoccupati. Il progetto è nato da una sinergia tra Enti Locali, ASL, una Associazione di Psicologi e il Dipartimento di Psicologia. La ricerca, nella prima fase, ha esplorato con metodo qualitativo, la relazione tra disoccupazione e malessere dei lavoratori.

Metodo: focus group con testimoni chiave impegnati in organizzazioni sindacali.

Dai risultati emerge il bisogno di supporto, la relazione tra lavoro e identità sociale, gli aspetti psicologici della disoccupazione, il disempowerment.

La seconda fase ha visto l'attuazione di gruppi di supporto psicologico che hanno lavorato sul trauma della perdita del lavoro e sulla percezione di vergogna che porta a atteggiamenti depressivi e senso di impotenza.

    

 
Matera, C., Nerini, A., & Stefanile, C. (2013). Different dimensions of peer influence affecting girls' body dissatisfaction and dieting. European Review of Applied Psychology, 63(2), 67-74.
doi: 10.1016/j.erap.2012.08.002 ISSN:1162-9088

 

La ricerca ha esaminato come diverse forme di influenza da parte dei pari possono condizionare i livelli di insoddisfazione corporea e la tendenza ad intraprendere regimi alimentari restrittivi attraverso i processi di interiorizzazione di ideali estetici e di confronto sociale. Hanno partecipato allo studio 298 adolescenti e giovani donne. I risultati hanno messo in luce come le conversazioni con i pari sull'apparenza e le attribuzioni circa l'importanza dell'aspetto per la popolarità influenzino, attraverso la mediazione di interiorizzazione e confronto sociale, insoddisfazione corporea e comportamento alimentare; diversamente, le prese in giro agiscono direttamente sui livelli di insoddisfazione. La ricerca suggerisce che interventi di prevenzione appropriati dovrebbero considerare l'influenza dei pari nelle sue diverse sfaccettature, valutando inoltre il grado in cui adolescenti e giovani donne interiorizzano messaggi socioculturali e si impegnano in confronti sociali.

 

Link


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ultimo aggiornamento: 27-Mag-2013
Unifi Home Page

Inizio pagina